Il controllo dei gesti potrebbe diventare un elemento chiave della “quarta rivoluzione industriale”? Certamente alcuni esperti pensano così, e molte aziende hanno già iniziato a integrare i gesture controller nelle loro operazioni. Le ragioni sono diverse, ma si riducono ad un unico scopo. Quando tecnici ed ingegneri hanno bisogno di controllare il funzionamento di sistemi e strumenti infatti, nulla batte la potenza dei gesti. Con mani e braccia, il personale può raggiungere un grado di precisione e velocità che leve, joystick e touchscreen non forniscono. Siamo sicuri che TACTIGON SKIN abbia un forte potenziale in questo settore! Quindi vi presentiamo alcuni ambiti in cui i makers potrebbero usarlo per creare gesture controllers industriale ancora migliori.

Unendo robotica industriale ed esseri umani

La robotica industriale è la frontiera più emozionante per l’applicazione da parte dell’industria dei gesture controller. In passato, quando gli operatori umani hanno avuto bisogno di controllare i robot durante i processi di produzione, hanno dovuto usare interfacce piuttosto ingombranti. In aggiunta i robot sono stati progettati con sistemi mentali limitati. Ora i movimenti dei tecnici possono essere imitati dai robot con una sorprendente precisione. Questo consente agli operatori di eseguire lavori di fabbricazione e manutenzione a livelli di precisione senza precedenti.

Perché questo è importante? Per molte ragioni, in realtà.

I robot vengono spesso utilizzati in situazioni pericolose. Situazioni in cui i lavoratori si troverebbero a rischio se dovessero completare manualmente le attività. Infatti reattori nucleari, impianti sottomarini di pompaggio del petrolio ed impianti gassosi, è bene che vengano controllati a distanza piuttosto che di persona. Peraltro, i robot riducono il margine d’errore, consentono al contempo totale flessibilità e riducono il numero di incidenti. Una situazione doppiamente vantaggiosa!

Cosa c’entrano i dispositivi indossabili nelle storia della robotica industriale?

È qui che TACTIGON entra in gioco. Sappiamo che la robotica è una parte cruciale dell’economia con lo sviluppo dell’automazione. Il progresso reale d’integrazione degli wearable però, ha ancora molta strada da fare in questo campo. Aziende e governi stanno versando denaro in strumenti come gli esoscheletri, che migliorano indubbiamente la forza e la sicurezza dei lavoratori, ma rimangono al “vertice” della commercializzazione. Questo è il momento perfetto per proporre dispositivi wearable di comode dimensioni, che vengono lanciati in ambienti industriali dal mondo reale.

Se siete capaci di creare wearable che possano aiutare le imprese di costruzione ad erigere case più rapidamente, in modo sicuro ed affidabile, siamo in affari. Lo stesso vale per le impostazioni di produzione più avanzate. Quindi, mentre i robot “escono dalle gabbie” ed iniziano a muoversi più liberamente intorno alle strutture di produzione, la necessità di avere un wearable per controllarli e monitorarli aumenta. Attualmente, questo tipo di tecnologia è per lo più associata a droni aerei e robot di genere. Ma col tempo verrà inclusa ogni tipologia di robot industriale, ed il controllo dei gesti avrà un ruolo fondamentale. Grazie a TACTIGON SKIN, i makers hanno la piattaforma ideale per prendere parte all’azione.