Introduzione

Come potrete immaginare, nell’industria delle costruzioni vi e’ spesso la necessita’ di monitorare gli effetti dei lavori in corso sugli edifici circostanti al cantiere. Infatti, scavi o movimentazioni del terreno possono danneggiare la stabilità e l’integrità strutturale delle costruzioni adiacenti.

Requisiti

Il caso in esame riguarda i lavori di costruzione di un complesso turistico in Svizzera. Si tratta della realizzazione di un certo numero di appartamenti di lusso in una zona paesaggisticamente molto attrattiva, ma contestualmente molto sismica. Il complesso residenziale era da realizzarsi in una zona collinare, in presenza di altri edifici preesistenti nelle immediate vicinanze. Quindi è intuibile quindi come dovesse essere tenuta sotto controllo anche la sicurezza di questi ultimi.

Inoltre, il cliente necessitava di un sistema di monitoraggio capace di controllare la stabilita’ del terreno e il rischio frane per la zona interessata. Era poi richiesta la possibilità di accesso da remoto ai dati di misura e la capacità di trasmettere eventuali allarmi in modo affidabile via SMS o e-mail.

La nostra proposta

L’impianto da realizzare richiedeva l’utilizzo di un insieme di sensori geotecnici, collegati ad un apparato di datalogging in grado di effettuare le misure, memorizzarle ed eventualmente di generare messaggi di allarme. Per rilevare eventuali deformazioni e movimenti del terreno sono stati quindi installati un certo numero di inclinometri ed elettrolivelle, in particolare nella zona posta tra il nuovo cantiere e le abitazioni vicine.

Per alcune fasi critiche dei lavori e’ stato ritenuto opportuno rilevare anche il livello di vibrazioni. Tutti i sensori sono stati collegati al sistema di acquisizione dati, in questo caso al data logger Next Instruments OMNIAlog. Questo apparecchio, progettato in origine esclusivamente per applicazioni geotecniche, presenta caratteristiche particolarmente indicate per l’operazione in esame, tra cui:

  1. Grande accuratezza di misura
  2. Alta affidabilità: componentistica elettronica moderna e di alta qualità, trattamento di tropicalizzazione dei circuiti che lo rende adatto all’installazione all’aperto, robusto contenitore metallico, protezione degli ingressi con scaricatori a gas
  3. Grande capacità di datalogging: memoria interna non-volatile da 2GB
  4. Varie possibilità di comunicazione: RS-232, RS-485, Ethernet, radio- modem GSM/GPRS
  5. Potenza di calcolo (microcontroller a 32 bit) e lunga autonomia nel funzionamento a batteria, grazie agli accorgimenti circuitali adottati

Una caratteristica importante per questo caso – spesso non presente in altri apparecchi sul mercato – e’ la capacità di Omnialog di fornire la richiesta tensione di alimentazione ai sensori.

Rispetto alla trasmissione dati, le misure raccolte vengono inviate a intervalli regolari ad un server ftp, attraverso un modem GSM/GPRS; questi dati vengono poi automaticamente elaborati e presentati in forma grafica sul sito web del progetto realizzato ad hoc.

Trasferimento FTP dei dati in formato CSV

In questo tipo di applicazioni i clienti generalmente desiderano monitorare i dati tramite un software remoto (o “PV Software Analysis”). Attraverso una connessione FTP e con il modem interno OMNIAlog, il dispositivo è in grado di inviare i dati in formato CSV a un server. Questo può accadere dopo ogni acquisizione o secondo un tempo preimpostato.

Modbus TCP o cloud monitoring

Lo stesso procedimento descritto precedentemente si può ottenere attraverso il Modbus TCP / IP, se supportato dal software SCADA.

Infine, la terza soluzione possibile è il servizio di “Cloud Monitoring”, compatibile con vista tablet e smartphone. OMNIAlog Cloud Monitoring Web Portal è un servizio web per monitorare e controllare da remoto tutti i dispositivi di campo. Effettuando il login, ci si trova quindi di fronte ad un portale ospite di “servizi di gestione cloud”. Quest’ultimi consentono di monitorare e controllare l’apparecchiatura in un modo veloce ed efficiente.

Conclusione

In conclusione, i risultati del progetto di monitoraggio sono stati senz’altro positivi, il sistema si e’ dimostrato efficace e affidabile. La realizzazione dei lavori ha potuto proseguire senza difficoltà. Soprattutto, e’ stata garantita la sicurezza della cittadinanza e degli edifici esistenti.